Emorroidi interne sintomi: l’infiammazione dei cuscinetti emorroidari

Emorroidi interne sintomi come vengono percepiti dal soggetto

Emorroidi interne sintomi: la malattia emorroidaria sorge quando i cuscinetti di tessuto vascolare, che concludono la parte inferiore del canale anale, svolgendo la funzione di conservazione della continenza fecale, si infiammano. Le emorroidi diventano sintomatiche quando i tessuti subiscono delle alterazioni a cui ascrivere i sintomi caratteristici con cui si manifesta tale patologia. I disturbi che si evidenziano nel paziente colpito da emorroidi interne sono diversi a seconda del soggetto ma generalmente si presentano provocando dolore, strettamente legato alla zona anale, durante il passaggio delle feci si evidenziano anche episodi di sanguinamento a cui si associa una connessa sensazione di prurito. Questa lista di disturbi può aggravarsi se il problema non viene trattato in maniera adeguata già durante lo stadio iniziale della malattia: con il passare del tempo infatti la patologia progredisce ed i cuscinetti emorroidari interni possono anche giungere al prolasso permanente fuori dal canale anale, anche le ricadute risultano alquanto frequenti. Maggiori informazioni su Emorroidi interne: i primi interventi da adottare.

I principali motivi che portano all’insorgenza della malattia emorroidaria

emorroidi interne sintomi

emorroidi interne sintomi

Le recenti indagini statistiche hanno dimostrato che le emorroidi sintomatiche presentano un’eziologia non completamente certa in quanto le vere cause dell’infiammazione dei cuscinetti emorroidari non sono ancora del tutto chiare, anche se è emerso che un fattore importante è rappresentato dalla predisposizione ereditaria. Sulla base di questo terreno predisponente giocano poi un ruolo nefasto alcuni comportamenti legati allo stesso stile di vita dell’individuo, non vanno trascurati neanche i fattori socio-ambientali. In particolare, l’insorgenza di questo problema è da legare all’aumento del flusso sanguigno che interessa i cuscinetti emorroidari, ma anche al rilassamento del tessuto del canale rettale che perde la sua tonicità. Diversi fattori concorrono a far aumentare la pressione sanguigna intra-addominale, e tra i principali motivi bisogna ricordare: la stitichezza cronica, il sollevamento di pesi troppo eccessivi, l’uso spropositato di lassativi, una prolungata sedentarietà, l’obesità, la gravidanza, alcuni sport come l’equitazione o il ciclismo che risultano particolarmente stressanti per la zona anale. Ulteriori approfondimenti su questo tema si trovano su Sintomi delle emorroidi nei diversi gradi della patologia.

Prova il rimedio naturale

Lascia un commento

*